Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

sabato 5 settembre 2015

Un'immagine, oltre quell'immagine

Oltre alla tragica foto di Aylan, il bambino curdo-siriano trovato morto sulla spiaggia turca di Bodrum che sta facendo discutere il mondo e ha rinvigorito (il compulsivo e istantaneo) interesse per la guerra in Siria, c'è un'altra immagine. Non ha lo stesso valore emozionale, è una semplice cartina, che spiega però la situazione del territorio di quello che una volta era uno stato. Comunque, se si abbandona l'indignazione tanto al chilo e l'umanitarismo singhiozzante provando ad affrontare la situazione con più razionalità, da mappe come questa si intuisce la complessità di quel che c'è alla base di tragedie come quella di Aylan ─ oltre che, si pensi, a quanti Aylan ci sono in mezzo a tutta quella terra.

(La mappa non è aggiornata al 2 settembre: nero i territorio controllati dallo Stato islamico, in giallo i curdi, in rosso il regime ─ ciò che resta di quello che era uno Stato ─ in verde i ribelli-non-IS)








Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie