Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

lunedì 2 giugno 2014

I 5 in cambio del sergente Bergdahl

L'unico militare americano prigioniero in Afghanistan, è stato liberato sabato in via pacifica. Dietro al rilascio del sergente Bowe Bergdahl (lo avevo raccontato su Formiche) ci sarebbe stato infatti uno scambio, mediato dal Qatar (circostanza che fa discutere), con cinque talebani rinchiusi a Guantanamo.

Il riscatto pagato dall'America era stato tirato in ballo per primo dal Washington Post, successivamente hanno iniziato a girare le prime foto dei cinque uomini, e poi, oggi, sono stati diffusi i nomi. Diciamo praticamente in via ufficiale. Dalle ricostruzioni note, vediamo chi sono.

- Mohammad Fazl: vice ministro della difesa dei talebani durante la campagna militare americana nel 2001, è accusato di crimini di guerra, tra cui l'uccisione di migliaia di musulmani sciiti.

- Khirullah Khairkhwa: era un alto funzionario talebano, ex ministro degli interni e governatore di Herat, terza città dell'Afghanistan. Sospettato di aver avuto legami diretti con Osama Bin Laden.

- Abdul Haq Wasiq: era vice ministro talebano con compiti nell'intelligence; ha più volte ricordato egli stesso la centralità del suo ruolo nel formare alleanze con altri gruppi islamici per combattere contro le forze americane e della coalizione.

- Mullah Norullah Noori: era un alto comandante militare talebano e un governatore. Accusato anche di essere coinvolto negli omicidi di massa di musulmani sciiti.

- Mohammad Nabi Omari: ha tenuto molteplici ruoli di leadership nei talebani, tra cui il capo della sicurezza. Accusato di essere coinvolto e di aver guidato svariati attacchi contro le forze americane e della coalizione.





 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie