Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

venerdì 16 maggio 2014

Essere europei significa essere liberi

Napolitano, Gauck e Komorowski, rispettivamente presidenti della repubblica d'Italia, Germania e Polonia hanno scritto una lettera congiunta per invitare i cittadini ad andare a votare alle elezioni europee.

Nel testo (pubblicato in modo completo su Europa) si prova a trasmettere qualcosa di quel sentimento europeo che dovrebbe riempire l'anima di tutti noi. Si prova, perché - sebbene abbia l'assoluta certezza che i tre capi di Stato siano convintamente infuocati da quel sentimento - le parole della lettera non sono trascendentali.

Tuttavia c'è una frase straordinaria, ed è tutto lì, in fondo:
Essere europei, significa, in definitiva, essere liberi. 
La lettera, o meglio la frase, mi è stata da spunto per questo pezzo pubblicato sul Giornale dell'Umbria.


Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie