Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

venerdì 14 marzo 2014

Mischiare il culo con le quarant'ore (1)

Luciano Gallino è uno dei più considerati tra i sociologi italiani in vita e anche uno dei firmatari dell'appello in favore della lista Tsipras (insieme a Andrea Camilleri, Paolo Flores d’Arcais, Marco Revelli, Barbara Spinelli, Guido Viale) - tutti lo sanno, ma la rivendicazione pop di questo blog obbliga a questa lieve definizione (qui, semmai meno lievemente, il link a Wikipedia).

Ieri Pietro Salvatori, giornalista politico dell'Huffington Post, ha raccontato della conversazione telefonica avuta con Gallino, incentrata sull'operato del governo Renzi. Gallino è scettico, come tutti quelli che (ancora!) considerano Renzi "uno non di sinistra". Sì, c'è da stupirsi, ma ancora in Italia c'è un certo tipo di sinistra messa così.

Gallino, ha detto che Renzi è più simile a uno del Tea Party piuttosto che a un leader di sinistra, lo ha definito "uno che Mitt Romney inviterebbe volentieri a cena".

Poi che ci sia un po' di differenza tra Romney e il Tea Party, poco importa vero?

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie