Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

venerdì 14 marzo 2014

L'assoluta mancanza di buonsenso che caratterizza certi personaggi

Ci risiamo con il "a mia insaputa", più o meno. Ieri Federica Gagliardi - che abbiamo ingratamente imparato a conoscere con la definizione giornalistica di "Dama bianca" (legata al suo look), quando la sua discesa dall'aereo di Stato con cui la delegazione italiana arrivò la G20 di Toronto nel 2010 fece molto discutere - è stata arrestata per traffico di sostanze stupefacenti.

L'hanno beccata appena sotto la scaletta di un altro aereo, quello che era appena atterrato a Fiumicino da Caracas, con 24 kg di cocaina purissima, a quel che si dice.

Ora, al di là delle pigre - seppur realistiche - considerazioni sulla rappresentanza internazionale con la quale tempi addietro l'Italia si mostrava al mondo, stupisce (sì, ancora un po' stupisce, ma solo un po') l'assoluta mancanza di buonsenso che si accompagna a certi personaggi. E, badate bene, si tralasciano in questo post dal contenuto indubbiamente superficiale, anche dettagli da confermare sul ruolo della donna, che avrebbe fatto da corriere per rifornire "piazze vip", quelle dell'establishment capitolino - circostanze che saranno poi le indagini a chiarire.

Si fa un po' di cazzeggio, lo ammetto.


Come quella volta del ministro che si scoprì proprietario di una casa vista Colosseo senza che se ne accorgesse, così anche Gagliardi avrebbe commentato a caldo di essere stata incastrata; che la droga era stata messa nel suo bagaglio a mano (trolley+zainetto) da qualcun altro. Lei non ne sapeva niente. Come se fosse possibile non accorgersi di quei 21 panetti di cocaina (12 nel trolley, 9 nello zainetto). Come se almeno - dico io - per una questione di peso, uno non se ne potesse accorgere. Perché, occhio, non si parla di un sacchetto da pochi grammi, si parla di 24 chilogrammi: che 24 chilogrammi non mi sbaglio a dire che sono l'equivalente di due casse d'acqua - anzi, approssimo per difetto. 

Ecco, immaginate che uno arrivi al supermercato e vi metta nel carrellino quello piccolo, quello che prendete quando dovete fare una spesa piccola, veloce, due casse d'acqua; e voi davanti al cassiere che chiede di metterle sul nastro per spararne il codice a barre, rispondiate: "Oops, devono avermele messe, perché io non me ne ero accorto, avevo solo del prosciutto cotto! E comunque non le pago!".


E poi, voglio dire, oltre tutto, 24 kg sono sopra al peso consentito per il bagaglio a mano. 

Almeno il buonsenso. Almeno.

(Poi, lasciamo perdere anche l'assoluta mancanza di buonsenso che deve avere uno che pensa di farla franca con tutta quella droga, nemmeno troppo nascosta, in un aeroporto).


Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie