Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

giovedì 23 gennaio 2014

Mozaffar Khazaee, l'ingegnere americano accusato di spionaggio con l'Iran sugli F-35

È stato incriminato Mozaffar Khazaee martedì l'ingegnere dalla doppia cittadinanza iraniana/americana, ex contractor Pratt & Whitney, accusato di aver cercato di spedire materiale top secret sui motori degli F-35, all'Iran.

La questione ha spostato l'attenzione dalla storia in sé, verso un dibattito pubblico più ampio: è giusto in termini di sicurezza affidare informazioni così sensibili a cittadini non americani? (Da notare, che nel caso specifico, Khazaee è di fatto cittadino americano, con doppio passaporto, dal 1991).

In America esistono già grosse limitazioni per i cittadini stranieri, ai quali non è permesso l'accesso ad alti livelli di sicurezza - soprattutto in ambito aerospaziale. Circostanza questa, che ha aperto un'ulteriore serie di discussioni sulle politiche di immigrazione e sull'aprire - tralasciando le fattispecie del caso criminale specifico - a tutti l'opportunità di lavorare anche in questo settore.

Tanto più alla luce del "Datagate", dove "il traditore", il whistlebloer, è stato Edward Snowden, americano di Elizabeth City, North Carolina.

Inutile dire che al dibattito è stato dato peso, anche perché rientra nell'annosa "questione immigrazione" a cui Obama ha promesso di mettere mano durante questo suo secondo mandato.

Per chi fosse interessato a saperne di più, ne ho scritto in un post per Formiche: "Un ingegnere americano è stato accusato di spionaggio con l’Iran".

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie