Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

sabato 16 novembre 2013

Rolls Royce 3D

Henner Wapenhans, responsabile della strategia tecnologica di Rolls Royce, ha annunciato in un incontro con i giornalisti a Berlino, che la società si prepara ad utilizzare le stampanti 3D per produrre alcuni componenti dei motori a reazione. «La stampa 3D apre nuove possibilità, nuovi spazi di progettazione» ha detto Wapenhans «Attraverso tale processo, non si è costretti a dover ottenere uno strumento per creare una forma, ma è possibile creare qualsiasi forma».

Sulla stessa strada di Rolls Royce si sono recentemente messe anche General Electric (primo produttore al mondo, proprio davanti all'azienda britannica), che ha recentemente acquistato due aziende del settore delle stampanti 3D a Cincinnati. Così come Siemens e Bmw, che hanno avviato programmi di ricerca per la produzione interna di additivi – materiali plastici per la stampa.

Le motivazioni sarebbero da ricercare nell'accelerazione della produzione che tale tecnolgia permette e nella possibilità di rendere certi componenti meno pesanti.Wapenhans non ha svelato quali esattamente, anche se ha accennato ai freni, «pezzi semplici che possono essere più leggeri» e per i quali si può abbattare i tempi di consegna da un anno e mezzo a una settimana, senza la necessità di creare magazzi dei ricambi.

La teconologia della stampa 3D è in grosso sviluppo e considerata una potenziale "seconda rivoluzione industriale". Le vendite di stampanti 3D hanno raggiunto i 2 miliardi e 200 milioni di dollari di fatturato nel 2012 e si stima che saliranno a 6 miliardi di dollari l'anno entro il 2017.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie