Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

venerdì 22 novembre 2013

L'Afghanistan vorrebbe una lettera di scuse da Obama

Non c'è accordo tra Afghanistan e Usa: sono diversi giorni che se ne parla, perché mentre gli Stati Uniti spingono per ratificare il "patto per la sicurezza" del Paese asiatico entro breve, per renderlo operativo nel 2014, Karzai chiede di rinviarlo a dopo le elezioni - che si terranno il 5 aprile del prossimo anno.

Inoltre, secondo le richieste di Karzai, Obama dovrebbe scrivere una lettera nella quale chiedere scusa per i civili uccisi e gli errori commessi dagli Stati Uniti durante la guerra al terrorismo. La richiesta di scuse arrivata direttamente dal governo e sostenuta dal ministro degli Esteri afgano, è una delle condizioni necessarie per permettere alle truppe statunitensi di operare nel Paese per il prossimo periodo.

Il consigliere per la Sicurezza nazionale Susan Rice ha smentito questa richiesta: «Nessuna scusa, semmai è Karzai che dovrebbe ringraziare».

Altro problema in politica estera per Obama: problema reso ancora più importante sia dal valore strategico dell'area - bacino di proliferazione del terrorismo islamico - sia perché in quell'area gli Stati Uniti hanno speso e scommesso (dopo i fatti delle Torri Gemelle) gran parte della strategia antiterroristica.

Ancora, proprio sull'antiterrorismo obamiano: la mancanza di fiducia del governo afgano sarebbe un fallimento dei piani del Presidente - gli americani non sono più visti come un partner affidabile: troppi errori nelle missioni, che sono costati la vita di troppi civili locali. Do you remember "droni"? 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie