Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

lunedì 18 novembre 2013

Niente di più del solito vaffanculo

Sabato pomeriggio in val di Susa, una ragazza che si chiama Nina De Chiffre ha baciato un poliziotto in tenuta antisommossa, durante una manifestazione NoTav.

I due avevano entrambi vent'anni: disarmati davanti alla vita - mettetela come volete.


Complice la necessità - voluta, volutissimamente voluta - di fare notizia alla velocità della luce, di consegnare un simbolo alla storia, i media nazionali hanno ripreso la vicenda senza minimamente pensare che tutto fosse un gesto provocatorio. S'è parlato di amore, di silenzio, di affetto e di cose belle, come la pace e la pacificazione - che adesso va di moda. Noi, un popolo alla disperata ricerca di romanticismo e di messaggi positivi, di buono e di bello, ci abbiamo creduto - o forse, come i più scafati sono corsi a dire, abbiamo fatto finta di crederci.

Fatto sta che a risolvere la questione ci ha pensato direttamente lei, Nina, con una serie di interviste che nemmeno fosse Doris Day, in cui non ha tardato a spiegarsi:
Questi porci schifosi li appenderei solo a testa in giù, dopo quello che è successo a Marta, compagna molestata e picchiata.
E alla fine di più del un solito "vaffanculo", resteranno gli occhi chiusi di lui.


Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie