Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

lunedì 4 novembre 2013

I droni da dietro le quinte

L'interesse verso le faccende di politica internazionale, abbinato nello stesso tempo al mio vecchio - di quando ero bambino e poco più - innamoramento verso il mondo dell'aviazione, militare per lo più, ha portato questo blog a creare "quasi per forza" una categoria dedicata ai "Droni".

Usando un metafora, si potrebbe dire che, se segui tutti passi di Obama, non puoi esimerti dall'interessarti del tipo di scarpe che normalmente indossa quando esce per la caccia - hobby tra i preferiti da sempre, geneticamente impresso nel dna dei Presidenti americani.

A tal proposito, dunque, riporto un'intervista di BBC Radio 4 al tenente colonnello Bruce Black, pilota di Predator in Iraq, Pakistan e Afghanistan. Balck racconta che quando si è seduti nel box a volare, difficilmente si ricorda di trovarsi in Nevada - dove c'è la sua base operativa per il controllo da remoto del velivolo. «Si perde il senso della realtà», dice.

E poi un reportage interessante quanto raro dalla Grand Forks Airbase in North Dakota, di Jonathan Beale - corrispondente alla difesa di BBC News. Là si trova gli RQ-4 Global Hawk (conosciuti anche come Tier-II) di produzione Northrop Grumman, i più sofisticati droni in circolazione. La base ha livelli di sicurezza altissimi, tanto che ad alcuni dipendenti - che possono accedere a programmi estremamente riservati - è stato tolto il nome dal badge di ingresso.

Nota: aggiungerò qui anche un paio di link, che parlano anche delle terribili conseguenze degli attacchi nelle zone rurali pakistane, dove le stime parlano di migliaia di civili uccisi "per errore".

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie