Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

martedì 5 novembre 2013

Bureaucracy, bureaucracy, bureaucracy

Si diceva pochi giorni fa, dei 41 milioni spariti - si fa per dire - dal fondo per l'università del "decreto scuola" in corso di approvazione al Senato.

Spariti si fa per dire, perché in realtà quei soldi ci sono, ma per una questione tecnica - un cavillo, come si dice - non sarebbero più disponibili: andati persi, nel pozzo della burocrazia. Già, perché quei soldi destinati agli atenei migliori erano destinati dal Tesoro agli investimenti e non "potevano" entrare nel monte del fondi universitari - anche se erano destinati alle università. 

Follia.

Il merito sconfitto, affogato, nelle sabbie mobili della burocrazia. Di questo e delle necessità di riformare l'apparato burocratico, si parla nel mio pezzo per qdR magazine di questa settimana. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie