Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

mercoledì 28 agosto 2013

Più o meno di cazzi miei

Oggi sono 3 anni - dicasi tre - che io e Dan siamo sposati. E Tea l'altro ieri ha compiuto il suo quinto mese. È inutile dire quanto siano importanti queste due donne nella mia vita. E quanto grande sia il mio amore per loro.

Comunque, per tutto il resto del mondo, almeno d'Italia, agosto, è il mese del riposo, delle vacanze, dei ritmi lenti e del decontracté: invece per me succede sempre l'opposto.

Di solito d'agosto mi incasino e più spesso, m'incasinano.

Tipo adesso, che agosto sta finendo e tutti si rimettono a fare le cose e si ammucchiano scadenze sempre più brevi.

E poi le solite rotture, macchine che non ripartono - attorno alla Panda, per dire, era cresciuta l'erba: tanto era il tempo che non la prendevo, e la batteria non ne ha voluto sapere - pannolini strapieni, visite mediche di vario genere - controlli, regolari, niente di che, grazie a Dio, di nuovo - cene e cenette - che fra un po' esplodo - e inizia la Festa del Patrono e io sono provinciale e me la godo.

Cose da scrivere che non scriverò, qualcuno e qualcosa che resterà indietro, qualcos'altro che non vedrà la luce e già so che un po' è un peccato - anche se poi posso azzardare la previsione, che nessuno dei miei scritti-non-scritti, avrebbe segnato il corso la letteratura internazionale.

Insomma tutto per dire, che il vostro in questo momento è parecchio impicciato: ragion per cui, in questi periodi a venire potrebbe calare l'attività e la perentorietà. Dico potrebbe, perché poi magari il tempo lo trovo ugualmente.

Non oso immaginare, il quanto vi dispiacerà.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie