Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

giovedì 11 aprile 2013

Grandi elettori e grandi cazzate

Adesso personalmente, non vorrei nemmeno conoscere per filo e per segno come è andata la storia, e non voglio quindi sapere se è una questione tutta toscana o c'è veramente stato un ukaze dalla Direzione Centrale.
Ma c'è qualcuno in sala che crede che quello che è successo intorno alla scelta di non mandare Matteo Renzi a Roma per votare l'elezione del Presidente della Repubblica, possa non essere stata una delle grandi cazzatte fatte dal Pd in questo periodo?
So della prassi istituzionale e sono più o meno cosciente che qualsiasi opzione avrebbe portato dietro uno strascico di polemiche comunque. Soprattutto alla luce del fatto che quella prassi istituzionale sulle nomine, prima non era stata tirata in ballo, dando possibile spazio a Renzi, poi è stata rimessa in gioco dando lo stop all'operazione. E già questo basterebbe per capire la stranezza del Pd.
Comunque, per quel che conta la mia opinione, credo che la partecipazione tra i Grandi Elettori, del secondo arrivato alle primarie per il candidato premier del partito (che è, si voglia o no, un leader nazionale) e dell'uomo che tutti vorrebbero alla guida del paese,  sarebbe stata tutt'altro che una questione superflua. 
Perché poi, ci sarebbero anche alcune volte, che fanno venir meno le prassi istituzionali e i meccanismi di partito: quelle volte si chiamano "buon senso" e spesso si abbinano alla realtà.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie