Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

venerdì 8 marzo 2013

Ha fatto tredici

Il fatto delle 13 società a Grillo riconducibili, in quanto titolate da persone che gli "sono vicine", nel caso la cognata e lo storico autista personale, per me non è gran cosa. 
Sarò onesto: perché mi piace pensare di essere assolutamente garantista. Se è vero che è cambiata la politica alle ultime elezioni, voglio che cambi anche il modo con cui mi approccio agli scandali, semmai di scandalo si tratti. Fino a prova contraria tutto bene.
Il punto quindi, non è l'incoerenza di queste tredici società che sembrano siano legate al settore immobiliare, ampiamente contestato - l'edilizia - in campagna elettorale, come un settore finito, al quale occorreva dare l'estrema unzione.
E non è nemmeno che a quanto sembra 4 di queste società, abbiano la formula della sociedad anonima, schema giuridico che permette di proteggere l'identità degli azionisti. Cosa che permette di non sapere, chi abbia finanziato queste iniziativi aziendali, e che non rima molto con la trasparenza tanto sbandierata. 
Non voglio nemmeno aver dubbi sulla redenzione di quello che sembra essere uno dei soci, italiano residente in Costa Rica, referente sul posto, che era stato nel '96 condannato per narcotraffico e aveva passato tre mesi a Rebibbia. Fatti suoi, al più loro, non miei.
Non vale neanche pensar male sul Costa Rica, paese con il livello di trasparenza delle informazioni societarie tra i più bassi del mondo e non a caso inserito nella black list dei paradisi fiscali.
È tutto legittimo, e lo voglio pensare fino all'ultimo momento.
Ma il punto, allora è sul metodo ed è per questo che mi piace: come avremmo reagito se in una situazione del genere si fosse trovato uno del Pd? O, ancora meglio, se fosse capitato a Berlusconi o chi per lui?

Update pomeridiano: io ho guardato su Wikipedia come dice Grillo sul suo di blog, ma "s.a." vuol dire "società anonima".

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie