Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

mercoledì 27 febbraio 2013

Come farà Grillo a prendere il 60% alle prossime elezioni

Il momento è critico, la fase frizzante, la democrazia debole.
C'è spazio per dir cazzate d'ogni genere, ed è questa la ragione del titolo: ma anche no!
...magari non sarà proprio 60%,
ma giù di lì!
Probabilmente alle prossime elezioni non riuscirà mai né il M5S, né nessun altro partito, a raggiungere percentuali bulgare come quelle. Non in Italia. Non in nessuna rispettabile libera democrazia. Ma c'è una serie di cose, che potrebbero far crescere, e di molto, il consenso di Grillo. E vanno al di là del sentimento popolare: diciamo che sono cose strettamente legate al prossimo futuro politico, con accezione ai partiti.
Gli scenari, molteplici, sono stati tutti evidenziati, ma val la pena riflettere su un paio (che siccome siamo in Italy significa tre; nota per gli stranieri. ndEm).


PD+PDL Governissimo: le due forze politiche principali, si alleano e danno origine ad un forte Governo di larghe intese, di scopo, per arrivare a risolvere le grandi riforme e mettere mano concretamente ai problemi del paese. Si rivoterebbe a breve, magari addirittura entro l'anno (e i costi?), l'agenda politica corre, Grillo fa l'opposizione serrata, ad oltranza. Risultato alle votazioni che seguiranno: M5S sopra al 40% o giù di lì. Senza fanta-politica, davvero. D'altronde è l'annosa questione su cui Grillo stesso sta combattendo da sempre: PdL, PD-L. D'altra parte, l'Italia e gli italiani, non sono pronti per una cosa del genere: che per capirci è quello che è successo in Germania con la prima Merkel e che ha permesso ai tedeschi di risollevare le sorti di una nazione, fino alla vetta del mondo. Ai tedeschi, appunto. Noi siamo molto meno seri, molto più circonvenibili, inoltre noi siamo un popolo che non sa bene cosa vuole, mai, ma lo vuole subito. 

PD+PDL+Monti Governissimissimo: continuità con la situazione attuale. Grillo gongolerebbe, perché la partita è già giocata e vinta. Conosce le mosse, conosce i giocatori. A meno di soluzioni davvero forti, che possano essere realmente percepite dalla gente in breve tempo (noi italiani non siamo molto bravi ad aspettare, dicevo), il risultato sarebbe quello delle elezioni appena celebrate. Con la differenza che quel 25%, diventerebbe un 40%. E siccome la soluzione potrebbe anche essere buona, ma comunque andrà ad inquadrarsi all'interno di una congiuntura globale che non sembra troppo rosea nemmeno per i prossimi anni, la questione è presto risolta.

PD+M5S Governetto: piacerebbe a molti, anche se io non sono tra quei molti, soprattutto nel PD. Gente, quella del Pd, sempre pronta alle soluzioni nuove, al cambiamento, all'innovazione: praticamente eterni perdenti che vogliono sembrare in gamba. Ai grillini non so quanto piacerebbe, invece. Un partito, che si dà l'aria di chiamarsi movimento, nato anche "contro" la sinistra italiana: e che da quella parte politica ha sottratto i voti degli scontenti veri (quelli cioè che si sono sentiti liberi da catene mentali o "fisiche"). Non piacerebbe nemmeno ai grillini d'ex-destra, che vedrebbero - lo fanno sempre, per genia - un incomunistamento del movimento. In realtà ed in concreto, sarebbe l'unico modo che avrebbe Grillo per poter dire la sua sui temi di Governo. Imbastardire M5S non sarebbe poi un gran delitto: la realtà è fatta di infinite tonalità di grigio, e non si può pensare solo al bianco e al nero e al giallo delle stelle. Un tale passaggio, dicevo, garantirebbe a Grillo, di tenere sotto scacco Bersani, il PD e il Governo del Paese: le decisioni, in un'eventuale scenario di accordo, farebbe sì che tutto passasse per il suo vaglio. E questo sarebbe, nel caso di buona riuscita (contro i miei scetticismi, dunque. ndEm), garanzia per un gran futuro. Quello del 40% ed oltre, forse!?!

Dimostrazione della tesi del titolo, attraverso lo svolgimento del teorema: Grillo alle prossime elezioni sbanca davvero, a meno che non si mette di traverso qualcosa di grosso e di strano. O meno che, quelli eletti di M5S non si dimostrino degli emeriti incapaci.



Per leggere altro di altro

2 commenti:

  1. Sono in piena sintonia con ciò che dici,compreso l'ultimo pensiero:,
    a meno che non si mette di traverso qualcosa di grosso e di strano
    Questo è quello che più temo!!
    Complimenti per il pezzo

    RispondiElimina
  2. alle prossime elezioni saremo ridotti come la Grecia.

    RispondiElimina

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie