Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

domenica 16 ottobre 2011

Your are not the only one

Domenica 16 ottobre 2011 - Questo post è stato scritto giovedì sera ndEm: il motivo per cui non l'ho pubblicato non mi è ancora chiaro. Ma forse c'entra qualcosa l'inutile scaramanzia o più probabilmente la causa è stato il repentino arrivo di Aldone, mio nipote due-nne, che perdipiù ha anche pronunciato per la prima volta "Manu". Scene di giubilo, orgoglio da zio, strappacuore. Scrivevo tre giorni fa:

Pubblicherò prima o poi questo post, comunque vada domani (venerdì 14 ottobre 2011): anche a rischio di sbagliare, ma sennò i pronostici che si fanno a fare? Berlusconi otterrà la fiducia. Lo dico oggi, il giorno prima.
Mentre leggevo qua e là, ho trovato una cosa scritta da Piovono Rane, al secolo Gilioli Alessandro, giornalista de l'Espresso, nonché uno dei miei blogger preferiti, che diceva - senza che io lo sapessi, si vede che quei giorni non lo leggevo (o che la lunghezza del post mi aveva scoraggiato) - una roba simile a quella che ho detto giorni fa. Si parlava di Pd, di opposizioni e di quello che vorrebbe e che adesso potrei sostituire con "vorremmo". 
Oggi  poche ore, se non minuti, dopo il discorso del Re, c'é online un altro piccolo e breve post, che riporta questo passaggio di quel discorso: 
Le opposizioni non hanno né un esecutivo di ricambio né un programma definito di governo
E, purtroppo, non avrei mai creduto, ma mi sento di condividere l'osservazione anch'io. E' per questo che dicevo di fare in fretta, e che avrei voluto saper subito certe cose sul mio post che ho linkato...

Il post era rimasto a questo punto, senza niente altro. E lo lascerò così: in fondo di spunti di riflessione ce ne sono comunque un bel po'...e non me frega niente di quello che è successo ieri a Roma: anzi voglio spostare lo scenario del ragionamento.
Per leggere altro di altro

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie