Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

lunedì 10 ottobre 2011

Scegliere

Amanda è di Seattle. Stato di Washington, dove se commetti un omicidio, puoi scegliere se morire di impiccagione oppure con un'iniezione letale. E' l'unico stato in Usa, che ancora conserva questa opzione. 
Ma a quel che dicono i nostri magistrati e giudici, lei - così come Raffaele, anche se ce lo dimentichiamo sempre - è innocente, quindi non comunque non avrebbe dovuto affrontare questa indispensabile scelta. Per fortuna.
Gli Usa ci hanno dato dei forcaioli per quei "vergogna" - francamente vergognosi - fuori dal tribunale. Hanno criticato il nostro sistema giudiziario: lì non riescono a capacitarsi, come sia possibile che in Italia il 46% delle sentenze sia rivoltato in appello. Però l'Appello per questo è fatto. Per cambiare il corso della Giustizia, ancora in sede processuale e per verificare che quella giustizia sia fatta veramente.
Nel caso di Perugia, probabilmente questo è mancato: la giustizia definitiva. L'ho già detto e non torno a ripeterlo. 
Però, e qui non mi riferisco soltanto ai networks americani, ma anzi vergo l'indice verso quelli italiani, mi piacerebbe che per una volta si scegliesse la coerenza. Vorrei sentire chi ha più volte in questi giorni criticato, con indegna strumentalizzazione, il nostro sistema giudiziario fare un parallelo. Semplice e veloce. Vorrei che chi ha sparato a zero contro i magistrati inquirenti, incapaci di arrivare ad una soluzione, parlasse del caso di S. Giovanni Valdarno. E dicesse, che quella povera ragazza uccisa - americana pure lei, come Amanda, se per questo - adesso, grazie alle indagini ha un colpevole. Che si è costituito, ma perché gli investigatori erano ormai arrivati a lui. La Giustizia ha funzionato, con ogni probabilità. 
Fatti diversi, la morte è morte, e la Giustizia di solito funziona.
Diteglielo agli yankee e diciamocelo tra noi!

Per leggere altro di altro

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie