Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

mercoledì 21 settembre 2011

Al volo...sul condono

Quello che ho scritto sul condono fiscale, in quel caso inteso come "tombale" proposto niente meno che da Scilipoti, non è stato molto condiviso. 
Tanto per chiarire un attimo. 
Chi deve pagare le cartelle di Equitalia, di norma - e sottolineo di norma - ha commesso qualche infrazione. Per esempio non ha pagato qualcosa che doveva - si chiamano tasse, tanto per capirci. Ecco, far passare un condono in questo momento, sarebbe come dire che le tasse le puoi pagare se e quando vuoi, tanto prima o poi ti si abbona tutto. D'altronde lo stesso Silvio Berlusconi disse che si sentiva "moralmente motivato ad evadere", quindi...
In questo paese, nella fase che questo paese sta vivendo, è arrivato il momento di far capire che c'è un "modo giusto" e un "modo sbagliato". Il modo giusto, è quello di vivere secondo le leggi - che richiedono anche di pagare le tasse, anche se sono alte, anche se ci sembrano troppe - il modo sbagliato è quello di evaderle, in questo caso le leggi (ma vale anche per le tasse).
Se ogni volta che si sommano un po' di infrazioni di vario genere, si decide di condonarle, allora questa distinzione si assottiglia - le due parti si mescolano - e poi viene meno.
Non posso pensare che per avere ossigeno, la nostra Nazione debba azzerare i debiti. Per avere ossigeno, occorre aria pulita: e l'aria pulita si fa anche togliendo il marcio, o insegnando una volta per tutte, che quel marcio appuzza anche tutto il resto - la gran parte - di buono che c'è.
Forse, è arrivato il momento di distinguere quel marcio dal pulito, dal salubre. Il coraggio potrebbe stare anche nel decidere di seguire questa strada, e scegliere di eliminare il peggio.
Da notare, che questo è un discorso che potrebbe stridere con la cultura assistenzialista, dell'aiuto, della collaborazione, del cooperazione, della mediazione, che contraddistingue lo scrivente. Ma ci sono dei momenti in cui è giusto e doveroso - per dare un segnale chiaro al futuro - indicare la via giusta, rispetto a quella sbagliata. Il condono, a me sembra, un cartello con indicazioni doppie...ma d'altronde si sa: tutte le strade portano a Roma
Tutto qui. Senza sentirmi un irresponsabile.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie