Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

mercoledì 31 agosto 2011

Non puoi sbagliarti sulle Kardashian!!

Giusy Ferrè ha scritto sulle sorelle Kardashian, ma poi s'è sbagliata: ennesimo sintomo della solita malattia della stampa italiana, la pontificazione ignorante.

Vanno fatte delle ammissioni iniziali tipo mea culpa perché la questione non è che sia chissà che, ma:
- Giusi Ferré non è granché nelle nostre simpatie
- Invece ci stanno molto simpatiche le sorelle Kardashian (ormai siamo a ruota con "Al passo con i Kardashian)
- Sappiamo benissimo la bassezza dell'argomento, ma che volete tutti abbiamo delle debolezze
- Anzi, a pensarci bene, non ce ne frega proprio niente se voi credete che l''argomento sia di basso livello - di fatto lo è. Punto e basta.
- Questa è una questione di principio
- L'abbiamo già detto che siamo in fissa con le sorelle Kardashian? Ah si!? Bé vale la pena ribadirlo!
- Allora vale anche la pena ribadire che Giusi Ferrè ci è antipatica!!...

Come possa la Ferrè giudicare lo stile degli altri, conciata così, è da tempo che ce lo chiediamo.

By the way, c'è qualcuno che gli permette di tenere una rubrica (da cui segue programma Tv e Blog) su A. Si chiama tutto "Buccia di Banana" e critica il modo di vestirsi delle star dal settimanale, mentre aiuta i non-vip a vestirsi bene in Tv.

Ci è capitato tra le mani l'ultimo pezzo della sua rubrica e ci siamo indignati!
Vergogna! Non puoi, tu vile pel di carota, confonderti le sorelle Kardashian...

Khloé Kardashian
...quella della foto è sempre Khloé!! Che poi non serve nemmeno di conoscerle tanto bene 'ste qua: basterebbe un po' d'attenzione e raziocionio.
Per dovere di cronaca, Kourtney è questa qui:


Kourtney Kardashian

Ma chi sono 'sti Kardashian?
In Italia non sono molto conosciuti. Sono figli di un notissimo avvocato statunitense (morto), che difese ai tempi O.J. Simpson.

Si chiamano, Kourtney, Kim (la più famosa per via delle immagini hard, messe in rete dall'ex ragazzo), Khloé, Rob; Kendall e Kyle che non sono Kardashian a tutti gli effetti, infatti sono figlie del secondo marito di Kris (la mamma). Con Kris, appunto, e il nuovo marito Buce Jenner - il campione olimpico di decathlon - sono i personaggi di un reality show, che racconta la loro vita, che si intitola Keeping up with Kardashian (Al passo con i Kardashian) in cui diventano protagonisti anche i mariti e fidanzati delle figlie (tra cui su tutti, il mitico Lamar Odom dei LAL, sposato con Khloé).

Il programma non è niente di che: si racconta la vita di questi qua, in modo più o meno scritto. Un continuum di minchiate - ecco questa è la migliore delle definizioni possibili. Perfettamente Kitsch: per questo ci piace.
Per definire le dimensioni della cosa, però vale forse la pena, dare qualche numero. 
65 milioni di dollari (più di Angelina Jolie, Tom Cruise e Sandra Bullock messi insieme) è il montepremi raggiunto dal fatturato di famiglia lo scorso anno - molto del merito è della momanager Kris.

Tv, moda, profumi, libri, comparsate varie: Kim - la più famosa - prende dai 100mila ai 250mila dollari ad apparizione; dai 10mila ai 25mila per ogni Tweet promozionale. Ha 7milioni di follower! Il prezzo pagato per le foto esclusive della gravidanza di Kourtney da Life&Style, è stato di 300mila dollari; Khloé ha preso la stessa cifra da Ok! Magazine per le foto del suo matrimonio.

Tutto questo per fare? Niente! Sono semplicemente delle persone influenti, che quel che toccano diventa oro. Sono un motore commerciale per ogni prodotto che gli passa tra le mani. 

Eccezionale.
Adesso qualche bacchettone potrebbe obiettare che questo mondo è marcio e bla bla bla...

Forse è vero, il meccanismo è parecchiostarato: personalmente compreremmo difficilmente un qualcosa, solo perché ce lo dice Kim. Ma nel mondo degli Umberto Eco, c'è spazio anche per questa gente qua: è il mercato bellezza. Ed è libero, viva Dio!!

Come è libero l'uso del telecomando, per cambiare canale, perché dopo un po' stancano, è vero.
DanEm

2 commenti:

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie