Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

martedì 23 agosto 2011

Attenzione! Attenzione!

Le riportiamo tanto per...insomma, sperando che non siano le proverbiali "ultime parole famose". Oggi il Ministro della Difesa (già ministero della guerra - val sempre la pena ricordarsene) al sito Affariitaliani.it, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni.
Per quanto riguarda il Raìs non abbiamo notizie circa la sua uccisione .
Non immaginiamo la presenza di militari italiani sul territorio libico. Non l'abbiamo prevista in questa fase e non la prevediamo neppure per dopo.
(E alla domanda su un eventuale esilio di Gheddafi in Italia): "E' estremamente improbabile"
 Poi anche Frattini ha detto la sua, suggerendo la strada da prendere quando la ormai complicatissima guerra in Libia finirà.
Gheddafi e i suoi figli devono essere processati all'Aja. Tutti i morti e le stragi di queste ore saranno i più gravi capi di imputazione che peseranno sul Raìs
Tra le varie dichiarazioni, non mi farei sfuggire anche quella di uno dei figli del Rais, che scappato ai ribelli, ha annunciato: "Mio Padre è a Tripoli"..."tié" lo aggiungiamo noi!
Perché riportare queste che sembrano dichiarazioni di routine?
Perché non dimenticarsi di questo  altro paio di cosette...e quest'altre che ce le abbiamo ancora fresche!!
Ah! A proposito, se vi chiedete come mai Berlusconi non c'era su quel cartellone di ringraziamento, che il popolo libico portava in piazza e che raffigurava i leader politici che avevano permesso (con l'intervento militare) la prosecuzione della rivolta e la quasi cacciata del dittatore, la risposta la trovate in questa foto.

da nonleggerlo-blogspot.com
Addendum:

...non in questa!!
da nonleggerlo-blogspot.com

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie