Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

sabato 2 luglio 2011

Lo stipendio dei Parlamentari

Si, forse l'argomento è banale, magari anche al limite del qualunquismo e della demagogia.
Però, giusto per anticipare le discussioni che riempiranno i bar in queste prossime settimane, quando il Parlamento sarà vuoto - causa vacanze - e tutti pronunceranno le fatidiche 4 parole "con quello che guadagnano!?!". Tutto poi sarà condito, da una nota amara "e di chi sono i soldi?! I nostri...!!"
Questa tabella, tratta da un post di Fabio Cavalera, giornalista del CorSera, corrispondente da Londra, confronta gli stipendi dei nostri parlamentari con quelli del Regno Unito. 

Gli stipendi dei Parlamentari a confronto
I dati sono in €uro, e quelli degli italici-politici sono circa 100mila in più all'anno...
Tra le varie note da aggiungere, che potrete trovare nell'articolo linkato, ne riportiamo un paio. La prima riguarda il tempo del lavoro, sempre per continuare con quel filone da bar in spiaggia, infradito ai piedi e quotidiano in mano, attendendo il quarto per fare la briscoletta. Alla House of Commons, a cui si riferiscono i dati sopra, i politici lavorano (secondo alcune statistiche) per 10 ore al giorno, per 4 giorni alla settimana, a queste si sommano le ore e i giorni di lavoro nel proprio collegio elettorale. Da noi, alla Camera, i Parlamentari lavorano circa 3 (e quel circa sta a significare 3 scarsi, nel senso di 2,89...) giorni a settimana, in merito a quante ore, il dato non è pervenuto. La seconda questione notevole, riguarda le pensioni, argomento vivo più che mai in questi giorni. In UK, dopo 15 anni di rappresentanza politica parlamentare, si percepiscono 2381 euro mensili: in Italia 7450, sempre ogni mese..."piove - sul bagnato - Governo Ladro!!"

...tirate voi le vostre conclusioni, in effetti un problemino di "costi della politica" ce l'avremmo, ma a parlarne si passa per arruffapopoli alla Grillo!?
...aspettate, prima di arrivare alla fine della spremitura delle vostre meningi, per trovare l'ardua soluzione, vorremmo sottoporvi anche un altro dato. Riguarda il costo per il mantenimento dei partiti politici, che ogni cittadino personalmente deve sostenere:


I dati, anche in questo caso sono in €uro: ebbene si, noi paghiamo per la politica, circa 30 volte quello che paga un cittadino statunitense. E poco importa se il nostro PPA è circa la metà di quello USA...

"Fingere di ignorare ciò che si sa benissimo e di sapere ciò che si ignora; fingere di capire ciò che non si capisce e di non capire ciò che si capisce benissimo; fingere di essere potenti al di là delle proprie forze; avere spesso da nascondere questo gran segreto, che non c'è nessun segreto da nascondere; sembrare profondi quando si è vuoti; darsi bene o male le arie di un personaggio importante; diffondere delle spie e stipendiare dei traditori; cercar di nobilitare la povertà dei mezzi con l'importanza dei fini: ecco che cos'è la politica."     
P. A. Caron de Beaumarchais, Il matrimonio di Figaro, 1778/84

1 commento:

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie