Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

lunedì 18 luglio 2011

Abolire i privilegi dei Parlamentari

É questo il piú grosso desiderio degli italiani
Almeno da quando Stella e Rizzo hanno conquistato la vetta delle classifiche di vendita (e del gradimento, nello spirito degli italiani) con quel libro che de "La Casta" ne denunciava i privilegi, che allo stesso tempo suonavano come clamorosi abusi alla dignità del popolo italiano.
Molte parole spese: per certi versi, chiacchiere, e spesso demagogiche. Che hanno fatto il successo di politichetti o aspiranti tali. Perché in fondo, sebbene la differenza di possibilità (per cercare un sinonimo a "privilegi") indigni i cittadini comuni e anche meno comuni, il costo di tutto non é che la punta dell'iceberg (quindi quella visibile), del malloppo che rappresenta i "costi fissi di gestione di questo stato".
Ma in fondo, da qualcosa bisogna cominciare, e come di solito é, si potrebbe farlo da un qualcosa di simbolico. E allora, tanto vale partire da qualcosa di concreto, per seguire quella scia demagogica che ha tracciato le linee della discussione su questi argomenti, in questi anni.
Alcune idee si potrebbero riprendere da Linkiesta, tanto per cominciare...

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie