Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

mercoledì 15 giugno 2011

The Kennedys (parte2)

Stasera abbiamo visto le altre due puntate (3 e 4).
Niente di così entusiasmante o avvincente, premesso: però contnuiamo a pensare che tutto sommato sia un telefilm abbastanza divertente. Probabilmente manca un po' di pathos narrativo, nel senso che il racconto è un po' approssimativo e a volte didascalico. Più simile a qualche fiction di scarsa qualità italiana, che al kolossal che ci si aspettava quando è sbarcato tra le polemiche.
A proposito di queste: dalle puntate di oggi, è probabile che emerga un quadro abbastanza contestabile dall'opinione pubblica americana. I Kennedy, a cominciare dal patriarca Joseph, cominciano ad essere dipinti in modo da calcare il colore, solo sui lati oscuri. Ininziano i riferimenti alla sesso-patia di Jack (JFK) e vengono messi in luce, alcuni rapporti con la malavita. In generale, tutto quello che può servire a creare un alone macabro e immorale (sia umanamente, che socialmente e anche politicamente) attorno alla famiglia, viene messo in evidenza, ma sempre con un modo che rende la narrazione e la rappresentazione un po' troppo scontata e poco amazing (per dirla come la direbbero loro).
Aspettiamo comunque, martedì per le prossime puntate...

p.s. per chi ha visto il telefilm: "non trovate patetico il ruolo di Sinatra?..."

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie