Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

mercoledì 27 aprile 2011

Avanti March!!

Non abbiamo nemmeno avuto il tempo di finire di scrivere il post Dietrofront! che ci ritroviamo alle solite. 
Tanto è vero, che noi, mentre scrivevamo quel post, mettevamo già le mani avanti, introducendo il dubbio del colpo di scena legislativo per abrogare il referendum e per salvare il salvabile dal punto di vista politico elettorale.
Il Volpone, però stavolta si è un po' scoperto, ammettendo, nemmeno troppo tra le righe, che il decreto di abrogazione delle normative sul nucleare, ha come fine lo stop, il decadimento, del quesito referendario (forse con il tentativo di far decadere anche quello sul legittimo impedimento!?).
A frenare gli ardori di quello che a tutti gli effetti sembra un colpo di stato, simil-Cambogia, ci penserà però la Cassazione. Il Furbetto Legislatore, infatti, non ha fatto i conti con le ultime esternazioni, che mettono in discussione la genuinità dell'azione legislativa e con quei passaggi nel decreto abrogativo che recitano "ulteriori evidenze scientifiche" e "sviluppi tecnologici". Aspetti questi che non sembrano collimare troppo con la rinuncia definitiva alla scelta del nucleare, che è il principio ispiratore dell'iniziativa referendaria. 
Quello che succederà, lo vedremo nei prossimi giorni; quello che stiamo vedendo adesso, alla luce del giorno, invece, è l'ennesimo golpe legislativo, volto stavolta a soverchiare uno degli strumenti democratici (il referendum e la consultazione popolare), su cui ogni Democrazia si fonda.
Il fil rouge che lega questa iniziativa, con gli attacchi alle procure, ai giudici, e alla Magistratura; alla Presidenza della Repubblica, alla Costituzione, sembra abbastanza evidente. Così come le parole di Sartori, che avevamo postato qualche giorno fa!

Almeno per noi: e secondo voi?



"Ci sono tre tipi di impostori: i bugiardi, i bugiardi sfacciati e i politici"      W. Rogers

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie