Nuova policy

Policy del blog, da qui a un tempo x

lunedì 28 marzo 2011

Brunello di Montalcino Le Potazzine

Un cameriere dal nome curioso, Santolo, dell'albergo dove alloggiavamo, ci ha consigliato una vineria con cucina, in pieno centro a Montalcino: Le Potazzine, la vineria della cantina. Abbiamo bevuto il Brunello 2006 ed il 2004. I vini vengono prodotti in due diversi appezzamenti di circa 5 ha totali, uno esposto a SE, a 500m s.l.m., l'altro a SO più basso in quota. Noi non conscevamo questa cantina, sebbene sia nominata anche da Wine Spectator e altre autorevoli riviste: non che ci interessino i consensi conseguiti, almeno non più del nostro. Sono vini buoni, fatti bene, con prezzi nella norma (il Brunello è un prodotto maledettamente costoso). Il primo, soprattutto è assolutamente nelle nostre corde, un vino perfetto da picnic con finocchina e pane sciapo, profumato, vellutato, bello rotondo. Sembra un film di Ben Stiller, tipo Zoolander: strambo, divertente, figo, per certi versi irriverente verso il modo necessariamente cool del fashion business. Il Brunello 2006, è lo Zoolander dei Brunelli! Li prende in giro, facendo divertire chi lo beve, anche con un po' di ruffianeria.
Del Riserva 2004, possiamo parlare poco, lo abbiamo soltanto assaggiato senza godercelo troppo, è più impegnativo e ci siamo promessi di tornare per bagnarci un bel peposo!

...bevete piano amichette!!



Nessun commento:

Posta un commento

Commenta quel che vuoi o come vuoi. Ma cerca di mantenere quella che i più fighi chiamano "netiquette" e che qui chiamiamo "buon senso". Se poi riesci a dire anche qualcosa di intelligente, meglio.
Grazie